Ugo Ercoli

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 

Ugo Ercoli torna nel mondo del colore


Si proprio così, il prestigioso nome degli "Ercoli" che per tutto il '900 ha caratterizzato in Firenze ed in Toscana il mondo dei colori torna prepotentemente alla ribalta.
Una storia di tre generazioni che si ripropone in tempi di attualità! Fù Ugo Ercoli ad iniziare l'attività basata sul colore. Era il primo dopo guerra quello che vide questo imprenditore consolidare una serie di attività ed iniziative che lo posero all'attenzione della città. Insieme al figlio Aldo si trasformarono da commercianti dettaglianti a industriali con prestigiosi marchi che ancora oggi sono ricordati da artigiani e commercianti. La Mesticheria Ercoli (oggi Zecchi) era un punto di riferimento costante per artisti ed artigiani. Negli anni del secondo dopo guerra Aldo Ercoli fondò con il Babbo la Sica (Società Italiana Colori ed Affini) con la produzione specialistica di colori per ceramica, attività che venne affiancata ad una delle più antiche fornaci dell'Impruneta (oggi fornace Masini) che si dice avesse cotto negli antichi forni le formelle dei Della Robbia. Erano gli anni in cui l'iniziativa e la capacità creativa delle persone lasciavano molto spazio. Venne creato un nuovo stabilimeto industriale nel settore delle vernici a Castello (Società tra Aldo Ercoli e Brandini - successivamente ceduto alla famiglia Brandini) e contemporaneamente negli anni '60 nacquero i negozi di Via Condotta 15r ed il negozio di Via Del Leone che con il suo laboratorio rese famoso il marchio CEF (Colorificio Ercoli Firenze). E' di quegli anni la nascita della Società Sprint (Società Prodotti Industriali in collaborazione e società con i Fratelli Guzzi successivamente divenuti i poprietari). Nel 1966 il figlio Ugo divenne titolare del negozio di Via Condotta inserendosi nel settore delle Belle Arti e sviluppando le più innovative tecniche pittoriche di quei tempi. Il negozio venne definito dai suoi frequentatori la "Boutique del colore". Questo punto di riferimento venne chiuso verso la metà degli anni '80 per l'innamoramento del titolare travolto dalla pasione del tiro con l'arco che per 25 anni commerciali lo vide protagonista quale importatore e distributore di questi articoli. Ugo, pensionatosi nel dicembre 2007, ha visto rinascere la sua passione per l'arte e per il colore ed oggi si ripropone sul mercato con un negozio superspecializzato che fissa quale obiettivo la rinascita di quella "Boutique del Colore" che tanto successo riscosse nel suo tempo.


Ercoli a Firenze vuole dire colore!


Il nuovo negozio nasce nell'ottobre 2009 in Via Sallustio Bandini 18r; il suo nome: "Ugo Ercoli Belle Arti di Ugo Ercoli; la sua insegna? Una sgargiante tavolozza in colore oro ed un tavolo con 3 barattoli rovesciati di tinte brillanti che stanno scolando sullo sfondo!
Date un pò di tempo a questo coraggioso tentativo e vedrete che il nome "Ercoli" ancora una volta sarà garanzia di serietà e di successo!

Visitate il mio sito www.ugoercolibellearti.it

Ancora un grande riconoscimento sportivo del CONI a Ugo Ercoli


Con comunicazione del novembre 2012 il CONI ha attribuito ad Ugo Ercoli la "Stella d'oro al merito sportivo". Tale riconoscimento giunge dopo 45 anni di vita dedicata interamente alla Fitarco, alla Compagnia "Arcieri Ugo di Toscana" ed al CONI stesso!
E' il massimo riconoscimento sportivo che segue la "Stella di Bronzo" del 1983 e la "Stella d'Argento" del 2002 entrasmbe consegnate nella splendida cornice del Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio.
La stella d'oro, è stata consegnata, a seguito della richiesta del Presidente Fitarco Mario Scarzella, il 2 dicembre in occasione della Assemblea Nazionale elettiva a Riccione.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu